10 errori comuni che i viaggiatori fanno in Italia

L’Italia – la terra della pizza, della pasta, del vino e di tutte le cose romantiche e di cultura. I nostri tour operator che si occupano di noleggio di barca a vela a Ponza ci hanno spiegato gli errori più comuni commessi dai turisti in Italia. Evitandoli, durante le prossime vacanze potrai concentrarti sul goderti la dolce vita.

1. Mangiare troppa pizza

Mangia tutta la pizza che vuoi, ma non allontanarti troppo dal tuo status quo alimentare (e non dimenticare che dovrai risparmiare spazio anche per pasta, vino e gelato). Le delizie culinarie italiane sono una delle sue principali attrazioni, ma ti sentirai male se ti rimpinzerai. Mangiare troppo e velocemente potrebbe arrecare più danno che gioia al tuo viaggio. Mantieni la tua dieta equilibrata e integra molte passeggiate, in modo da poter gustare il meglio dei sapori irresistibili dell'Italia senza esagerare.

 

2. Trascurare il meteo

L'Italia in estate è estremamente calda e molti edifici nelle sue antiche città non sono dotati della stessa potenza di aria condizionata a cui potresti essere abituato a casa. Non devi orientare completamente il tuo viaggio intorno al clima, ma tieni presente che l'Italia ha stagioni distinte, che vanno dal soffocante al decisamente gelido.

 

3. Attesa in file non necessarie

Invece di aspettare ore in fila e pagare per entrare in Duomo, solo per essere trascinati velocemente attraverso la cattedrale perché devono entrare gli altri visitatori, perché non assistere ad una celebrazione religiosa? Indipendentemente dalle tue credenze o dal tuo background, tutti sono invitati a partecipare e osservare rispettosamente, ed è completamente gratuito (anche se lasciare una piccola offerta sarebbe un gesto gentile). Inoltre, hai l'opportunità di visitare questi edifici storici in azione, usati nel modo in cui sono stati concepiti, con organi che suonano, candele accese, incenso che brucia e altro ancora.

I servizi in genere durano un'ora o meno e puoi entrare a piedi, quindi probabilmente impiegherai meno tempo rispetto alla visita attraverso il tradizionale percorso turistico. Il servizio sarà probabilmente in italiano, ma la maggior parte delle chiese ha un programma stampato con una traduzione in inglese per aiutarti a seguirlo.

Se ti senti fuori luogo o esitante, dedica qualche minuto alla ricerca di cosa aspettarti dal servizio, oppure considera di arrivare presto e chiedere a un usciere se ci sono protocolli o procedure da notare.

4. Non vestirsi adeguatamente

Sebbene l'Italia non sia un paese eccessivamente religioso, molte delle sue attrazioni sono luoghi di culto sacri che richiedono un abbigliamento consono per poterci entrare. Sia gli uomini che le donne dovrebbero portare una sciarpa o uno scialle per assicurarsi che spalle, ginocchia e gomiti siano coperti quando entrano nei luoghi di culto; Anche scarpe chiuse e pantaloni lunghi sono una buona idea. Ti verrà negato l'ingresso se non rispetti il ​​codice di abbigliamento. Quindi, anche se jeans tagliati e un grazioso top corto possono farti diventare pronto per Instagram, non voleranno in posti come il Vaticano.

 

5. Non trasportare contanti

Prendi soldi in contanti prima di partire per l'Italia. Incontrerai molte gelaterie, pizzerie e venditori ambulanti con articoli allettanti come cinture e borse in pelle di lusso, manufatti dipinti a mano, vetro di Murano e bigiotteria. Non aver paura di negoziare e concludere un affare per questi articoli. Il prezzo che vedi non è necessariamente quello che devi pagare, ma è molto più facile negoziare quando ci sono contanti sul tavolo e molti non accettano affatto le carte.

6. Dimenticare di convalidare il biglietto del treno

Se ti sei assicurato un pass Eurail per i tuoi spostamenti in Italia e oltre, congratulazioni: ti trovi in ​​uno dei migliori trucchi di viaggio per esplorare l'Europa. L'utilizzo di un pass del genere renderà il tuo viaggio molto più semplice, purché lo utilizzi correttamente. Per cominciare, dovrai convalidarlo in una stazione ferroviaria per poterne usufruire. Controlla sempre l'orario, la data di scadenza, la classe di posti a sedere e altri dettagli, in modo da non incappare in sorprese.

Se hai intenzione di esplorare l'Italia in treno, tieni presente che ci sono scioperi ferroviari occasionali, ma sono programmati in anticipo e Trenitalia, la ferrovia nazionale italiana, garantisce ancora alcuni servizi nei giorni di sciopero.

7. Pianificazione di visite turistiche la domenica

Le radici tradizionalmente cristiane dell'Italia segnano la domenica come un giorno di riposo e, di conseguenza, alcune attrazioni, negozi e ristoranti in tutto il paese sono chiusi o hanno orari ridotti. Durante la pianificazione del tuo itinerario, controlla ogni sede per assicurarti che sia aperta. E sebbene molte città e attrazioni italiane siano più sonnolente la domenica, non lasciare che questo smorzi il tuo viaggio. Invece, fai come gli italiani e trascorri la giornata godendoti una rilassante passeggiata e un piacevole pranzo.

8. Non acquistare i biglietti in anticipo

Molte attrazioni e attività popolari in Italia hanno lunghe code o si esauriscono completamente, soprattutto durante l'alta stagione. Se non acquisti i biglietti in anticipo, è probabile che ti perderai. Potresti voler viaggiare senza agenda, e questo è un ottimo modo per affrontare il tuo viaggio. Tuttavia, se ci sono articoli da non perdere nella tua lista dei desideri in Italia, prenotali il più in anticipo possibile. Se hai qualche speranza di vedere la Basilica di San Pietro, ad esempio, pianificare in anticipo è d'obbligo.

9. Visitare solo Roma

Uno dei più grandi errori che puoi fare in un viaggio in Italia è restare solo a Roma. Certo, la Città Eterna ha molto da esplorare – il Colosseo, la Fontana di Trevi, la Città del Vaticano e la Cappella Sistina, tra gli altri – e dovresti sicuramente trascorrere del tempo ammirando questi incredibili monumenti.

Ma il cuore dell'Italia si estende ben oltre gli antichi confini di Roma. Bevi la tua strada attraverso la Toscana, la regione vinicola italiana di fama mondiale; escursione nelle Cinque Terre, sede di villaggi colorati e acque cristalline; perdersi tra i vicoli acciottolati di Firenze; pagaia per i canali di Venezia, guidati dal canto di un gondoliere; controlla un altro paese dalla tua lista lavorando in una fermata a San Marino, il paese poco conosciuto dell'Italia all'interno di un paese; e ha colpito Milano, Napoli, la Costiera Amalfitana, la Sicilia. È impossibile esagerare tutta la bellezza che ti mancherebbe se visitassi solo Roma.

10. Mance

A differenza dell'America, dove i camerieri fanno affidamento sulle mance per integrare il loro stipendio, la mancia non è né consueta né prevista nei bar e ristoranti italiani. In molti stabilimenti, nel prezzo del conto è già calcolato un costo di servizio o anche un costo di copertura per gli extra che vengono automaticamente portati in tavola (pane, olio e olive). Controlla attentamente la ricevuta e lascia una mancia se ti senti obbligato a farlo perché il servizio è stato davvero eccezionale.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi