Il gaming come stile di vita

Trasformare il gaming in uno stile di vita significa accettare ritmi scanditi da allenamenti rigorosi e tornei molto impegnativi. Per far sì che questo non causi problemi di salute è necessario prestare attenzione anche alla propria salute.
I videogiochi sono ormai una realtà profondamente immersiva, diventando capaci di far distaccare completamente dalla realtà chi sceglie questa attività come stile di vita.

Prestare attenzione allo stile di vita

Lo stile di vita di un gamer segue una routine fatta da almeno 6-8 ore di allenamento di fronte alla console, fatto in modo individuale o in team a seconda del tipo di videogame. Questo stile di vita ovviamente deve essere inserito nel contesto della quotidianità, fatta di altri impegni come ad esempio le faccende domestiche o il tempo da trascorrere con amici e familiari.

Quando si decide di trasformare l'attività video-ludica in qualcosa di predominante, è necessario occuparsi anche degli altri aspetti e non sacrificare lo stile di vita. Giocare, innanzitutto, è un'attività prevalentemente sedentaria. Ne consegue che, a fronte di 6-8 ore di allenamento, è necessario bilanciare ed organizzare la giornata mantenendo degli orari ben definiti con i pasti e cercare di ritagliarsi almeno un'ora di tempo nella quale fare una passeggiata o comunque dell'attività fisica. Si potranno così evitare tutte quelle complicazioni legate alla sedentarietà come ad esempio il sovrappeso o i problemi alla schiena e alle articolazioni.

L'attrezzatura del gamer

Un altro degli aspetti molto importanti per chi sceglie il gaming come stile di vita riguarda la postazione. Scegliere una sedia comoda ed ergonomica è fondamentale per svolgere la propria attività comodamente, senza sforzare la schiena e cercando di mantenere sempre una buona postura. La sedia è indubbiamente uno degli elementi più importanti, dal momento che sarà proprio là che si trascorrerà gran parte del tempo. Oltre a questo, bisogna tenere in considerazione la piattaforma sulla quale si gioca. Qualora si trattasse di un PC, è necessario avere una buona macchina, potente e reattiva, collegata ad un monitor ad alta definizione e dalle dimensioni ottimali. Possibilmente lo schermo dovrebbe essere dotato di filtri per luce blu. In alternativa si possono indossare degli occhiali appositamente strutturati per proteggere la vista che tende ad essere sforzata per visualizzare gli elementi sul monitor per diverse ore.

Chi, invece, gioca con una qualsiasi console ha sicuramente bisogno di uno schermo come quello della TV. Anche in questo caso la seduta è molto importante. Ok il divano, purché si mantenga una postura corretta. In alternativa, anche in questo caso si può optare per una sedia da gaming adeguata, ergonomica e comoda per favorire il mantenimento della postura adatta. Grazie alle recensioni delle sedie da gaming di sediedagaming.it è possibile trovare quella più adatta alle proprie necessità.
Nell'articolo sarà possibile valutare diversi modelli di sedia da gaming per scegliere quella giusta a seconda dei propri bisogni. Una sedia gaming ideale deve essere innanzitutto ergonomica, avere dei comodi braccioli e poter essere regolabile in altezza.

Oltre a questo, è necessario che sia girevole e con rotelle per venire spostata facilmente allontanandosi o avvicinandosi ad esempio verso lo schermo. I materiali di realizzazione devono essere robusti e resistenti per durare nel tempo. Oltre a questo è necessario verificare la portata massima e tenere presente le misure in caso di ambienti piccoli o spazi limitati. La sedia, insomma, non è certo un elemento da sottovalutare se si sceglie il gaming come stile di vita.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi