Vita dura per chi guadagna con i banner!

Per i grandi editori, le concessionarie di pubblicità online ed i blogger più o meno seguiti, si prospettano tempi duri. Già perché chi guadagna con un blog, con un sito o con un portale nel 2015 deve trovarsi a fare i conti con due elementi che qualche anno fa di fatto non esistevano.

Il primo è la cosiddetta banner blindness ovvero la cecità nei confronti dei banner. Si tratta di quella tendenza, conscia o inconscia degli utenti, ad ignorare i banner pubblicitari presenti su un sito web. Fenomeno che prende anche il nome di banner noise o ad blindess, ed un problema che principalmente riguarda chi si occupa di web usuability.

A questo si è sommato recentemente l’introduzione di un’estensione installabile su tutti i principali banner e chiamata AdBlock, che ha la funzione di bloccare sulle pagine web ma anche su YouTube, tutti i banner pubblicitari. Un bel vantaggio per chi ha sempre vissuto i banner come una seccatura, una tragedia invece per chi di fatto si manteneva a suon di banner. Sta di fatto che, come si legge in questo articolo, l’ascesa di AdBlock è incontrastata. Secondo l’articolo del Tagliaerbe due anni fa, al momento dell’introduzione di AdBlock, i ricavi da banner di molti siti calarono del circa il 40%. Sempre riportando delle cifre esposte nel sopracitato articolo, nel 2015 la perdita di fatturato derivante da banner bloccati da AdBlock è pari a 21,8 miliardi di dollari.

Come possono difendersi quindi in particolare i piccoli blog da questa catastrofe?  Impegnandosi molto nel creare contenuti di qualit,à creandosi una certa loyalty da parte degli utenti da sfruttare con programmi di affiliazione e per l’instaurazione di importanti partership commerciali.

Facciamo qualche esempio. Un blog di make up per esempio potrebbe guadagnare con qualche programma di affiliazione dedicato al mondo del trucco e della bellezza oppure associare al blog un canale di Youtube e monetizzare attraverso una Youtube Parnership.

Un blog dedicato allo sport potrebbe avere dei ricavi derivanti da dei programmi di affiliazione legati a negozio online di articoli sportivi o integratori.

E via dicendo!

 

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi