Multa salata per chi va in bici senza luci

Quante volte, andando in bicicletta, ci siamo disinteressati delle regole della strada? Quante volte abbiamo imboccato una strada contromano pensando di accorciare il tragitto? O quante siamo saliti sul marciapiede per aggirare la fila sulla carreggiata? O, addirittura, quante volte abbiamo scorrazzato con i nostri amici sul sellino posteriore, sulla canna o credendoci dei veri e propri acrobati?

Ecco, ogni volta che ci viene in mente di compiere una cosa del genere, valutiamo sempre che stiamo trasgredendo al Codice della strada che governa con regole molto rigide e chiare il comportamento che deve tenere un ciclista durante il suo percorso in bicicletta. Del resto la bicicletta, sia a pedali che elettrica, è considerata un vero e proprio veicolo e quindi è normato da determinate regole.

Quante volte, per esempio, abbiamo preso la bicicletta di sera e ci siamo dimenticati di accendere la luce? Questa dimenticanza ci può costare, oltre alla nostra incolumità, anche una multa salata. A ricordarcelo c’è il Codice della strada, in particolare l’articolo 68 che stabilisce le biciclette devono essere sempre munite di appositi dispositivi per le segnalazioni visive, oltre a pneumatici, freni e campanello. L’articolo in questione è quello relativo alla caratteristiche di costruzione e funzionale e ai relativi equipaggiamenti dei veicoli denominati velocipedi.

La normativa prevede: luci bianche o gialle nella zona anteriore, luci rosse e catarifrangenti nella parte posteriore, ma anche catarifrangenti sui pedali e laterali che generalmente si trovano apposti tra i raggi delle ruote. Ovviamente non è sufficiente che la bicicletta si munita di tali caratteristiche, ma bisogna sempre ricordarsi di accendere le luci affinché queste possano fare il loro dovere, segnalando la nostra presenza proteggendoci così dai pericoli della strada. Quindi prima di montare in sella alla nostra bici dobbiamo sempre verificare che le luci siano ben funzionati e i catarifrangenti puliti.

I ciclisti indisciplinati che non rispettano questa normativa, circolando senza luci o con luci non conformi alla normativa del Codice della strada, rischiano una multa che può variare dai 24 ai 97 euro.

Ma, come il Codice della strada ricorda, i ciclisti hanno diverse regole da tener presente quando vanno in bicicletta per strada. Tra le varie normative, sempre in fatto di segnalazione della propria presenza sulla carreggiata, c’è l’obbligo di indossare le bretelle retroriflettenti ad alta visibilità o il giubbetto catarifrangente nei casi in cui, mezz’ora dopo il tramonto, si vada in bicicletta fuori dai centri abitati dove spesso le strade sono più buie e minacciose. Stessa cosa quando nel nostro percorso si attraversano gallerie. In questi due casi, se trovati senza, la multa può variare tra i 25 e i 99 euro.

Sul mercato esistono diversi prodotti dedicati ai ciclisti, dall’abbigliamento mountain bike ai semplici oggetti che possono migliorare le dotazioni dei nostri velocipedi.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi