La gestione amministrativa dei rifiuti

La gestione amministrativa dei rifiuti

Quando si parla di rifiuti una delle principali attività che vanno svolte, per essere in piena regola con le leggi italiane ed europee che riguardano lo smaltimento e il riciclaggio dei rifiuti, sono quelle di gestione amministrativa.

Le principali normative come ad esempio il registro carico e scarico dei rifiuti sono gestite dalla Camera del Commercio, che deve far applicare quello che viene disposto dai decreti di legge.

Il registro di carico e scarico dei rifiuti è considerato un sistema integrato , che permette attraverso l’utilizzo di riferimenti incrociati di svolgere tutte quelle attività legate alla gestione dei rifiuti  al relativo trasporto e allo stoccaggio nei siti di destinazione.

All’ interno di tale registro che va sempre presentato insieme al formulario sono presenti tutte le principali informazioni relative al tipo di rifiuti che si sta stoccando, quindi la sue caratteristiche qualitative e  quantitative e la quantità di rifiuti presente.

Questo è fondamentale per poi aver la compilazione annuale dei rifiuti smaltiti, che va consegnata alla Camera di Commercio competente come riporta il Decreto di legge del 3 aprile 2006.

Altri decreti legge hanno ,come quello del 22 giugno 2012 n 83,   decretato in merito alla modalità dello smaltimento dei rifiuti  con la sospensione dell’ entrata in vigore  del SISTRI, il Sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti, che con un emendamento della Ministero dell’ Ambiente è entrato in vigore a partire dal 2014.

Che cos’ è il SISTRI

Il SISTRI, nato dall’ idea del Ministero dell’Ambiente, che voleva avere un informatizzazione completa sulla tracciabilità dei rifiuti speciali a livello nazionale e di tutti i rifiuti relativi alla Campania, regione dove esiste una vera e propria emergenza.

Lo scopo attraverso il SISTRI ( Sistema Controllo Tracciabilità Rifiuti)  è quello di di regolarizzare lo smaltimento rifiuti e attraverso un sistema di controllo aiutare le autorità di controllo,  infatti il SISTRI viene gestito dall’Arma dei Carabinieri, che analizza tutti i processi e le informazioni contenuto al suo interno.

Il SISTRI analizza con particolare attenzione la parte finale dello smaltimento dei rifiuti utilizzando dei sistemi elettronici all’avanguardia per controllare i veicoli in entrata e uscita nei siti di stoccaggio.

Con l’ utilizzo del sistema SISTRI lo Stato si pone come obiettivo quello di adottare una nuova startegia nello smaltimento dei rifiuti  dando una maggiore importanza all’ informazione abbandonando il cartaceo che prevedeva il registro di carico e scarico il modello unico di dichiarazione ambientale  e il formulario a nuove soluzioni tecnologiche che permettano di velocizzare i tempi e diminuire i costi.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi