In Africa c’è un regno ricco d’acqua, scopri qual è…

«La signora Ramotswe si appoggiò allo schienale e chiuse gli occhi. Sapeva che a questo mondo esistevano posti sempre verdi e rigogliosi, dove l’acqua non significava niente perché ce n’era sempre, dove il bestiame non era mai magro e indolente; lo sapeva. Ma non voleva vivere in un posto del genere, perché non sarebbe stato il Botswana, o almeno non il suo Botswana».

La precisazione dell’investigratrice privata inventata da Alexander McCall Smith – la citazione è da Scarpe azzurre e felicità, Guanda – e residente nella capitale Gaborone, è d’obbligo. Perché il …
SiViaggia

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi