Trending Categories

Popular Posts

Firenze: al Teatro del Maggio Musicale Fiorentino torna Lorenzo Viotti

Firenze: al Teatro del Maggio Musicale Fiorentino torna Lorenzo Viotti

Lorenzo Viotti (©Gulbenkian Música – Márcia Lessa)

FIRENZE – Al Teatro del Maggio lunedì 4 marzo alle 20 sesto  appuntamento della stagione concertistica 2019 e del 90° anniversario dell’Orchestra del Teatro del Maggio. Sul podio dell’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino il maestro Lorenzo Viotti, già lanciato nonostante la giovane età (classe 1990) e che al Maggio riscosse un vivo successo in occasione del suo debutto a Firenze nella stagione 2017-2018.

In programma il virtuosistico Concerto per orchestra di Béla Bartók e la romantica Sinfonia n. 7 in re minore di Antonín Dvořák. Viotti torna al Maggio dopo il suo concerto che segnò il suo .

Il Concerto per orchestra fu commissionato a Bartók nel 1943, durante gli anni dell’esilio americano, da Serge Koussevitzky, direttore dell’Orchestra sinfonica di Boston, che in quel periodo stava commissionando ai più importanti compositori opere da eseguire in memoria della moglie. Stimolato dall’idea di scrivere per una compagine orchestrale eccellente come l’Orchestra di Boston, Bartók pensò a un concerto in cui tutte le sezioni strumentali avessero una parte solistica e concertante, invece di dare spazio a un unico solista. Nel Concerto tutti gli strumenti sono infatti coinvolti, a turno, in passaggi virtuosistici che ne mettono in risalto qualità tecniche e timbriche.

Sintesi esemplare di tradizione colta e spirito popolare slavo, la Sinfonia n. 7 in re minore op. 70 di Antonín Dvořák nasce sull’onda dei successi ottenuti dal compositore a Londra nel 1884. Al tempo Dvořák era conosciuto soprattutto per la trasposizione orchestrale delle Danze slave, pagine dai tratti marcatamente folklorici che avevano suscitato enorme entusiasmo in terra anglosassone. La Società Filarmonica di Londra lo aveva quindi invitato a comporre una sinfonia da eseguirsi l’anno seguente sotto la direzione dello stesso autore.

Figlio del direttore d’orchestra Marcello Viotti (prematuramente scomparso nel 2005), Lorenzo Viotti, da non molto Direttore musicale della Gulbenkian Orchestra, si è fatto conoscere presto a livello internazionale grazie alle vittorie del Nestlé e del Salzburg Festival Young Conductors Awards 2015 (all’età di 25 anni), del Cadaqués International Conducting Competition e dellla MDR Conducting Competition (2013). Ha diretto alcune tra le più prestigiose orchestre internazionali tra le quali la BBC Philharmonic a Manchester, la Tokyo Symphony, l’Orchestre National de France di Parigi, i Wiener Symphoniker, la Staatskapelle Dresden, la Filarmonica della Scala, la Staatskapelle Berlin, la Royal Concertgebouw Orchestra di Amsterdam. Nel 2016 ha riscosso grande successo al suo debutto al Festival di Salisburgo con l’Orchestra della Radio di Vienna. Ha diretto inoltre concerti al Festival di Salisburgo 2017 e, in occasione del 50° anniversario, ha condiviso il podio con Christian Thielemann nel concerto in onore di Herbert von Karajan al Festival di Pasqua di Salisburgo. Come direttore d’opera ha presentato Carmen a Klagenfurt e Rigoletto alla Dresden Semperoper, Werther di Massenet a Zurigo, Klagenfurt e all’Opera di Francoforte e Tosca al New National Theatre di Tokyo e a Francoforte. Ha vinto l’International Opera Award 2017 per la direzione d’orchestra. Da seguire con la massima attenzione.

Teatro del Maggio Musicale Fiorentino (Piazzale Vittorio Gui, 1)

Lunedì 4 marzo alle 20

Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino diretta da Lorenzo Viotti

Béla Bartók, Concerto per orchestra BB 123 (Introduzione: Andante non troppo, Allegro vivace/Gioco delle coppie: Allegretto scherzando/Elegia: Andante non troppo/Intermezzo interrotto: Allegretto/Finale: Pesante)

Antonín Dvořák, Sinfonia n. 7 in re minore op. 70 (Allegro maestoso/Poco adagio/Scherzo: Vivace – Poco meno mosso/Finale: Allegro)

Biglietti da 5 a 50 euro in vendita anche anche online sul sito del Maggio.

Nuovi orari della biglietteria del Maggio: domenica e lunedì: chiuso (salvo spettacoli); martedì–venerdì: 10-13 e 15-18; sabato: 10-13 (pomeriggio chiuso). La biglietteria è aperta sempre due ore prima dell’inizio degli spettacoli

Fonte: Firenze: al Teatro del Maggio Musicale Fiorentino torna Lorenzo Viotti

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi