Come avere un Visto per l’Australia con precedenti penali

L'Australia rappresenta il sogno di molte persone che desiderano recarsi in questo Paese lontano per un viaggio di piacere o per trovare lavoro. Per entrare in territorio australiano però è necessario avere uno dei visti rilasciati dagli uffici preposti e che consentono di entrare in Australia e soggiornare nel Paese per almeno 3 mesi. Attualmente la richiesta del visto per l'Australia si può ottenere facendo richiesta anche online compilando l'apposito modulo che si può trovare sul sito Visto-australia.it.
Nel caso in cui la persona interessata ad ottenere il visto abbia precedenti penali, la questione si complica un po' ma non è impossibile. In tal caso si dovrà aggiungere ai dati richiesti anche il reato che è stato commesso nel proprio Paese. Una volta inviata la domanda questa verrà inviata direttamente alle Autorità Australiane che giudicheranno la situazione del richiedente e decideranno se accettare o meno la sua richiesta di soggiorno in Australia.

Visto ETA per chi ha precedenti penali

Le informazioni fornite durante la compilazione della domanda per il Visto per entrare in Australia devono essere più complete possibile in modo da inviare alle Autorità competenti tutta la documentazione necessaria a valutare bene la situazione nella sua interezza. Se i documenti e le risposte inviate non sembrano sufficienti o sono necessarie ulteriori informazioni per chiarire alcuni punti della situazione di chi richiede il Visto, potrebbero essere richiesti altri documenti o informazioni in merito. Per tali ragioni sarebbe consigliabile procurarsi una dichiarazione del tribunale in cui vi sia scritto che la pena è stata scontata per intero e senza ulteriori problematiche.

Una volta che la richiesta e la documentazione completa è stata inviata e la domanda è stata accettata dagli uffici preposti australiani, colui che ha richiesto il Visto per l'Australia potrà prendere il volo per il Paese di destinazione. Questo però non significa che giunti all'aeroporto in terra australiana il viaggiatore non venga fermato alla dogana dagli agenti dell'immigrazione. Questi ufficiali hanno il diritto e il dovere di assicurarsi che gli stranieri che desiderano entrare nel territorio siano sicuri e affidabili, perciò possono fermare chiunque ritengano sospetto.

Questo non significa che il soggetto fermato verrà espulso dalle autorità, solitamente si tratta di un controllo di sicurezza e a volte si richiede al viaggiatore di fermarsi in un apposito ufficio per parlare con gli addetti o con psicologi. Gli agenti parleranno con le persone fermate chiedendo loro tutte le informazioni sulla loro persona e gli eventuali reati commessi nel proprio paese o all'estero, inoltre durante il colloquio si cercherà di comprendere il carattere e le intenzioni del nuovo arrivato. Una volta chiariti tutti i punti, le autorità possono decidere di far entrare in Australia il viaggiatore oppure di non consentirgli l'ingresso. In questo caso non potrà far altro che riprendere il volo per tornare a casa propria e magari riprovare in un altro momento a entrare nel continente australiano. Il modulo di domanda e tutte le informazioni che possono servire per ottenere il visto si possono trovare sul sito Visto-Australia.it.

Visto ETA: cos'è e come ottenerlo

Il Visto ETA è un documento che consente l'ingresso in Australia per turismo che può essere richiesto in autonomia tramite richiesta online. In alternativa è possibile fare richiesta del Visto presso l'agenzia di viaggio o la compagnia aeree autorizzata ad emettere tale permesso. Per poterlo ottenere è necessario che il richiedente sia in possesso di un passaporto in corso di validità e che non scada prima di 6 mesi. Questo perché il Visto elettronico è direttamente collegato con il numero di questo documento.

Ogni cittadino residente in ogni paese che aderisce al programma ETA come l'Italia, può accedere al Visto per entrare in Australia per un periodo non superiore ai 90 giorni dalla data di ingresso. Questo periodo di permanenza può essere svolto in un unico periodo oppure suddiviso in più viaggi che saranno sommati uno all'altro fino ad arrivare al tempo massimo permesso. È importante però, che la domanda venga effettuata almeno 14 giorni prima della data prevista per il viaggio in Australia.

Visto turistico e permesso di soggiorno

Questo tipo di visto permette di andare in ogni città dell'Australia per turismo, per business o per motivi curativi. Inoltre si può scegliere di recarsi in questa terra per aumentare la propria cultura studiando nelle scuole australiane ma solo per un periodo di breve durata. Anche gli sportivi possono scegliere di andare in Australia per svolgere gare o assistere ad eventi. Non è permesso, invece, lavorare come dipendenti durante il soggiorno con Visto ETA e non si può nemmeno cercare un lavoro retribuito.

Sono tanti gli italiani che decidono di andare in Australia per puro piacere ma spesso anche come prima ispezione, per decidere poi se trasferirsi definitivamente nel continente australiano. Una volta presa la decisione non sarà più adatto il Visto ETA ma sarà necessario un altro tipo di documento per attraversare i confini australiani e restare nel Paese per un tempo più lungo. Per poter lavorare si devono avere permessi di soggiorno specifici oltre a dover dimostrare di avere un posto di lavoro o una certa disponibilità finanziaria tale da potersi mantenere. Solo in questo caso si possono effettuare tutte le richieste necessarie per fermarsi in modo stabile in Australia. Tutti i dettagli si possono trovare sul sito Visto-Australia.it.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi