Arcipelago delle Isole della Società, un viaggio in Polinesia

Arcipelago delle Isole della Società, un viaggio in Polinesia

La Polinesia è per molti una destinazione da sogno che tale resterà per via dei costi proibitivi per il volo e l’alloggio; eppure, organizzare un viaggio in Polinesia può essere fatto senza spendere un patrimonio, basta sapersi rivolgere alle agenzie giuste – come Travel Design – oppure organizzare un viaggio da soli trovando le informazioni necessarie su internet. Se si desidera viaggiare in Polinesia volando in business class e alloggiando in resort di lusso o negli overwater – i caratteristici bungalow palafitte da migliaia di euro a notte – bisogna necessariamente mettere in bilancio una spesa non inferiore ai 10.000 €; ma un viaggio in Polinesia senza spendere una fortuna è davvero alla portata di mano, soprattutto nell’Arcipelago delle Isole della Società, con Bora Bora, Moorea e Tikehau tra le isole maggiori e più famose da visitare.

Come organizzare un viaggio in Polinesia

Se si decide di partire per la Polinesia per una decina di giorni, occorre prenotare il volo con tre o 4 mesi di anticipo, ciò permette infatti di risparmiare e di trovare le combinazioni e gli scali più comodi. È raccomandabile acquistare in anticipo il pass che permette di muoversi per le Isole della Società con voli interni low cost, una volta giunti a Tahiti.

La scelta dell’alloggio può essere fatta in autonomia consultando i siti internet e informandosi personalmente delle disponibilità e delle tariffe. Non esistono solo i resort come soluzione abitativa turistica, ma è possibile individuare piccole pensioni e hotel a gestione familiare che sono più informali e spartani nell’offerta dei servizi, ma più autentici e tradizionali perché vi permettono di provare lo stile di vita degli abitanti nativi e gustare cibi più tradizionali come il mahi mahi, un pesce molto diffuso e cucinato in molte varianti con salse di tutti i tipi o in abbinamento ai frutti dell’albero del pane. Anche le strutture piccole, però, durante l’alta stagione (nei mesi di luglio e agosto) alzano i prezzi, per cui è consigliabile prenotare in anticipo.

Il modo ideale per spostarsi e muoversi agevolmente sulle isole  è munirsi di una bicicletta, la maggior parte degli hotel e delle pensioni le mettono a disposizione dei clienti. La bicicletta è un mezzo comodo e pratico per visitare le isole che sono piccole e si possono percorrere in un paio d’ore. Bora Bora che è la più grande delle Isole della Società è visitabile in quattro ore incluse le soste ai bar lungo la strada o per un bagno in una baia nascosta o per soffermarsi a chiacchierare con gli abitanti, famosi per la cordialità e il grande senso dell’ospitalità.

Se nella scelta dell’alloggio non avete optato per la mezza pensione, si è liberi ogni sera di provare a cena una specialità diversa, incluso una cena alle roulotte, che sono dei ristoranti ambulanti su quattro ruote e che sono molto frequentate dai polinesiani. Questi ristoranti viaggianti sono riconoscibili perché sono simili ai furgoncini dei panini che stazionano solitamente davanti alle discoteche, ma dove si possono degustare piatti a base di pesce e specialità indigene squisite, oltre al classico cibo internazionale come hamburger e patatine.

Le Isole della Società e le immersioni

Andare alle Isole della Società e non fare immersioni significa perdersi metà della bellezza del viaggio. Anche il semplice snorkeling permette di avere un’idea delle bellezze sottomarine e avvistare coralli, tartarughe, mante e piccoli squali innocui. I Centri di diving richiedono la prenotazione dell’immersione attraverso la pensione o il resort in cui si alloggia i quali percepiscono una percentuale proporzionata al livello di sistemazione: un’immersione prenotata tramite un resort di lusso può costare anche 80 €, mentre quelle prenotate tramite le pensioni e i B&B possono costare anche la metà, senza perdere in qualità e garanzia di sicurezza. I centri di immersione nelle Isole della Società sono pochi e collegati tra loro, ma hanno gradi di difficoltà diversi, per cui è bene informarsi in anticipo sulla tipologia di immersione e procurarsi l’attrezzatura giusta, che in ogni caso viene messa a disposizione dai centri stessi di diving.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi