Calcolo e tassazione tredicesima pensione Inps

Calcolo e tassazione tredicesima pensione Inps

in foto: Stacks of Euro coins

I pensionati hanno diritto come i lavoratori alla tredicesima mensilità sulla pensione. Coloro che sono in pensione di vecchiaia o pensione anticipata/pensione di anzianità hanno diritto alla Tredicesima pensione Inps. Ma come avviene il calcolo della pensione? Come funziona la tassazione?

Non solo, molti pensionati sentono parlare di tredicesima e quattordicesima ai pensionati, ma come funziona in realtà la normativa sull’importo aggiuntivo che consente di percepire 154,94 euro in due rate, a luglio e a dicembre? E quali sono i requisiti?

Sono tanti i dubbi di pensionati in termini di diritti alla tredicesima ai pensionati. Partiamo col chiarire i dubbi di coloro che cercano di capire come funziona la tassazione della tredicesima, in particolare come viene calcolata la rata di dicembre e poi rappresentiamo tutte le informazioni per verificare se si ha diritto ai 154,94 euro e, soprattutto, se tali importi sono stati erogati dall’Inps in maniera corretta.

 

Tredicesima ai pensionati pagata il 1 dicembre.

Prima di tutto, come abbiamo detto, anche ai pensionati titolari di una pensione, così come ai lavoratori dipendenti, spetta la tredicesima mensilità, o per meglio dire la tredicesima nella rata di pensione di dicembre.

Quindi alla domanda “la tredicesima pensione a chi spetta?” la risposta che essa spetta a tutti i titolari di pensione di vecchiaia, pensione anticipata, pensione di anzianità ed anche a chi è titolare di prestazioni assistenziali.

Una delle domande più ricorrenti è “la tredicesima sulla pensione quando viene pagata?” e la risposta è che la tredicesima viene accreditata con la rata di pensione di dicembre, che per l’anno 2017 è erogata venerdì 1 dicembre 2017, che è il 1° giorno bancabile per POSTE ITALIANE E ISTITUTI DI CREDITO (BANCHE).

 Calcolo tredicesima sulla pensione: tassazione senza detrazioni.

I pensionati quindi si vedranno accreditata la tredicesima sulla pensione. Ma probabilmente al momento dell’incasso potranno notare che a dicembre non è stato accreditato il doppio della rata di pensione, ma una cifra inferiore. Vediamo perché.

La pensione annua lorda è diviso 13. Prima di tutto va chiarito che la pensione lorda annua (PAL), che si può evincere dalla comunicazione di liquidazione della pensione o comunque dalla Certificazione unica (ex CUD), anche se quest’ultimo importo riguarda il totale della pensione percepita l’anno scorso, viene erogata ai pensionati in tredici mensilità, appunto. Quindi al pensionato spettano tredici rate di pensione ed appunto a dicembre ha diritto a dicembre + tredicesima.

Le pensioni di ogni genere (e gli assegni a esse equiparati) costituiscono redditi di lavoro dipendente ai sensi dell’articolo 49, comma 2, del TUIR (Testo unico imposte redditi). Fatte salve le specifiche ipotesi di esenzione espressamente previste dalla legge (ad esempio, le pensioni di guerra), i redditi derivanti da pensione sono imponibili dal punto di vista fiscale e vengono tassati secondo le modalità previste per i redditi di lavoro dipendente. Pertanto, anche la pensione di reversibilità erogata in favore dei familiari superstiti costituisce reddito imponibile.

 

Tassazione della tredicesima ai pensionati senza detrazioni fiscali. Chiarito ciò, va sottolineato che sulla tredicesima mensilità di pensione, la tassazione Irpef è diversa, in quanto non tiene conto delle detrazioni fiscali spettanti per il pensionato. Al pensionato infatti spetta, sulla rata di pensione di da gennaio a dicembre ma non sulla tredicesima, la detrazione per redditi da pensione, che è diversa a seconda del reddito del pensionato ed anche dell’età del pensionato (se ha superato 75 anni o meno). Per maggiori informazioni vediamo la detrazione per redditi da pensione.

Sulla tredicesima spettante al pensionato viene effettuato un calcolo dell’imposta lorda senza applicare la detrazione. Quindi viene calcolata l’imposta Irpef lorda in base agli scaglioni di reddito complessivo annuale (che poi nel caso del pensionato sarebbe la pensione annua lorda).

Calcolo tassazione tredicesima sulla pensione. Le aliquote Irpef che determinano la tassazione della tredicesima sulla pensione sono le seguenti

  • Reddito da pensione annua lorda fino a 15.000 euro, sulla tredicesima rata di pensione viene applicata un’aliquota al 23%;
  • Reddito da pensione annua lorda tra 15.000 e 28.000 euro, sulla tredicesima rata di pensione viene applicata un’aliquota al 27%;
  • Reddito da pensione annua lorda tra 28.000 e 55.000 euro, sulla tredicesima rata di pensione viene applicata un’aliquota al 38%;
  • Reddito da pensione annua lorda tra 55.000 e 75.000 euro, sulla tredicesima rata di pensione viene applicata un’aliquota al 41%;
  • Reddito da pensione annua lorda oltre i 75.000 euro, sulla tredicesima rata di pensione viene applicata un’aliquota al 43%.

Alla luce di quanto detto, quindi la rata di pensione di dicembre viene calcolata con un’imposta Irpef che tiene conto delle detrazioni fiscali, mentre la rata di pensione della tredicesima viene calcolata con un’imposta Irpef più alta senza la riduzione dell’imposta lorda determinata dall’applicazione delle detrazioni pere redditi da pensione.

Quali sono le detrazioni sulla pensione (tranne tredicesima)

Per completezza espositiva riportiamo quali sono le detrazioni sulla pensione, che determinano il calcolo delle rate di pensione da gennaio a dicembre, escluso la tredicesima.

Detrazione per i pensionati di età inferiore a 75 anni. La detrazione Irpef del reddito da pensione fino a 75 anni che eventualmente concorre alla formazione del reddito complessivo è la seguente

  • € 1.783, se il reddito complessivo non supera € 7.750;
  • € 1.255, aumentata del prodotto fra € 528 e l’importo corrispondente al rapporto tra € 15.000, diminuito del reddito complessivo, e € 7.250 se l’ammontare del reddito complessivo è superiore a € 7.750 ma non a € 15.000. Il calcolo da farsi è 1.255 euro + 528 euro moltiplicato (15.000 – reddito) / 7.250;
  • € 1.255, se il reddito complessivo è superiore a 15.000 euro ma non a 55.000 euro. La detrazione spetta per la parte corrispondente al rapporto tra l’importo di 55.000 euro, diminuito del reddito complessivo, e l’importo di 40.000 euro. Il calcolo in questo caso è 1255 euro moltiplicato ((55.000 – reddito) / 40.000);
  • 0 euro, se il reddito complessivo è superiore a 55.000 euro.

L’ammontare minimo della detrazione per pensioni inferiori a 7.750,00 è pari a 690,00.

Detrazione per i pensionati di età non inferiore a 75 anni. Le detrazioni relative ai redditi da pensione per soggetti di età non inferiore a 75 anni spettano nella seguente misura

  • 1.880 euro, se il reddito complessivo non supera € 8.000;
  • 1.297 euro, aumentata del prodotto fra € 583 e l’importo corrispondente al rapporto tra € 15.000, diminuito del reddito complessivo, e € 7.000 se l’ammontare del reddito complessivo è superiore a € 8.000 ma non a € 15.000. In questo caso il calcolo sarà 1.297 + 583 euro moltiplicato (15.000 – reddito) / 7.000;
  • 1.297 euro, se il reddito complessivo è superiore a 15.000 euro ma non a 55.000 euro. La detrazione spetta per la parte corrispondente al rapporto tra l’importo di 55.000 euro, diminuito del reddito complessivo, e l’importo di 40.000 euro. In questo caso il calcolo da farsi è 1.297 euro moltiplicato ((55.000 – reddito) / 40.000); 0 euro, se il reddito complessivo è superiore a 55.000 euro.

Per avere un’idea di quanto è la propria detrazione spettante sulla rata di pensione di dicembre bisogna considerare che tali detrazioni sono parametrate su 365 giorni e quindi a dicembre i giorni di spettanza sono 31.

Chiariti questi aspetti generali sulla tredicesima nella pensione, è bene ora dettagliare a chi spetta l’importo aggiuntivo di 154,94 euro.

Importo aggiuntivo tredicesima pensionati di 154,94 euro.

 

L’Inps paga sulle pensioni di dicembre un importo aggiuntivo per l’anno 2017: 154,94 euro in più che renderanno la tredicesima più pesante per un milione di pensionati. Si tratta delle pensioni di coloro che rientrano in un determinato limite di reddito personale e familiare.

A prevederlo è il messaggio Inps n. 4755 del 28 novembre 2017. Tale importo spetta a tutte le pensioni (tranne alcune eccezioni). Per maggiori informazioni vediamo importo aggiuntivo tredicesima pensionati.

Somma aggiuntiva quattordicesima a dicembre.

L’Inps corrisponde ad alcuni pensionati la somma aggiuntiva per l’anno 2017 nel mese di dicembre.

Si tratta della quattordicesima ai pensionati di una cifra da 437 a 655 euro, che spetta ai pensionati  che hanno un determinato reddito e che hanno avuto accesso alla pensione negli ultimi mesi. Per maggiori informazioni vediamo somma aggiuntiva quattordicesima a dicembre.

 

Fonte: Calcolo e tassazione tredicesima pensione Inps

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi