attualita 

Concorso INPS 2018: requisiti, bando, materie, domanda, scadenza

Concorso INPS 2018: requisiti, bando, materie, domanda, scadenza

Dopo anni di attesa è stato indetto ufficialmente il concorso INPS 2018. A darne notizia è il presidente Tito Boeri con una determina del 7 novembre 2017.

Il concorso porterà all’assunzione di 365 funzionari nello specifico di analista di processo-consulente professionale, area C, posizione economica C1, su tutto il territorio nazionale, ma presso i Ministeri competenti sono in corso le procedure che potranno consentire l’ampliamento dei posti a disposizione fino a oltre 1.000 posti Inps.

I requisiti per poter accedere al concorso saranno il possesso della laurea magistrale nelle discipline economiche, giuridiche e in ingegneria gestionale e il possesso della certificazione in corso di validità, di conoscenza della lingua inglese pari almeno al livello B2 del Quadro Comune Europeo.

Vediamo più nello specifico quali sono i requisiti per partecipare, quali sono le materie da studiare e come prepararsi alle prove d’esame e qual è la data di scadenza di partecipazione.

Concorso Inps: bando.

Sul sito dell’Inps si legge: “È stata adottata dal Presidente dell’INPS la determinazione che indice un concorso pubblico, per titoli ed esami, a 365 posti di analista di processo-consulente professionale, area C, posizione economica C1. Con questa procedura concorsuale, il cui bando sarà pubblicato prossimamente sulla Gazzetta Ufficiale, si avvia il reclutamento di 365 funzionari su tutto il territorio nazionale, ma presso i Ministeri competenti sono in corso le procedure che potranno consentire l’ampliamento dei posti a disposizione fino a oltre mille“.

Ecco la determinazione presidenziale 7 novembre 2017, n. 163 col relativo bando (pdf 925KB).

Concorso Inps scadenza domanda. I termini previsti dal bando decorreranno dalla data di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale e la procedura informatica sarà rilasciata in tempo utile.

Concorso INPS 365 posti: requisiti e lauree richieste.

Il nuovo concorso INPS 2018 che porterà all’assunzione di 365 funzionari nell’area C, posizione economica C1 sarà riservato esclusivamente ai laureati che posseggono, inoltre, una certificazione di lingua inglese di livello pari almeno al B2.

I requisiti per poter partecipare, si evincono dalla determina rilasciata sul sito INPS il 7 novembre 2017. Tra i requisiti richiesti c’è il possesso di laurea magistrale/specialistica (LM/LS) in una delle seguenti materie

  • scienze dell’economia (LM-56 o 64/S);
  • scienze economico aziendali (LM-77 o 84/S);
  • ingegneria gestionale (LM-31 o 34/S);
  • scienze dell’amministrazione (LM-63 o 71/S);
  • giurisprudenza (LMG 01 o 22/S);
  • teoria e tecniche della normazione e dell’informazione giuridica (102/S)

oppure diploma di laurea (DL) secondo il “vecchio ordinamento” corrispondente ad una delle lauree magistrali indicate sopra ai sensi del decreto 9 luglio 2009 del MIUR.

Tuttavia per poter partecipare al concorso INPS i candidati dovranno essere in possesso di ulteriori requisiti quali

  • possesso della certificazione in corso di validità della lingua inglese, pari almeno al livello B2 del Quadro Europeo comune Europeo, rilasciata da uno degli enti certificatori di cui al decreto 28 febbraio 2017, n. 118 del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca;
  • cittadinanza italiana ovvero cittadinanza in uno degli stati membri dell’UE;
  • non essere stato destituito, dispensato o licenziato dall’impiego presso una pubblica amministrazione e di non essere stato dichiarato decaduto da un pubblico impiego né interdetto dai pubblici uffici;
  • di non aver riportato condanne penali o in caso di condanne e procedimenti pendenti specificarne la tipologia;
  • essere in posizione regolare verso gli obblighi di leva;
  • godimento dei diritti politici e civili.

Tali requisiti devono essere detenuti alla data di scadenza della presentazione della domanda di partecipazione.

Concorso Inps: necessaria la certificazione B2 in lingua inglese.

Ha creato non poche polemiche l’introduzione tra i requisiti della certificazione al livello B2 in lingua inglese.

Tale requisito è confermato dall’Inps: “ È richiesta la certificazione, in corso di validità, di conoscenza della lingua inglese pari almeno al livello B2 del Quadro Comune Europeo, rilasciata da uno degli enti certificatori di cui al decreto 28 febbraio 2017, n. 118 del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca”.

L’Inps ha pubblicato anche una scheda (pdf 52KB) che fornisce ulteriori informazioni sulla certificazione. Si noti che ai fini della certificazione della lingua inglese, che sarà autodichiarata nella domanda di partecipazione al concorso, è sufficiente avere sostenuto la prova e avere ricevuto conferma dell’avvenuto conseguimento della certificazione.

Concorso INPS 2017-2018 come partecipare.

La domanda di partecipazione al concorso potrà essere presentata solo ed esclusivamente online, utilizzando quindi i servizi telematici dell’INPS, attraverso l’utilizzo del PIN INPS o del codice SPID oppure CNS, compilando l’apposito modulo disponibile sul sito internet www.inps.it.

La domanda potrà essere inviata entro le ore 16:00 del 31° giorno successivo a quello di pubblicazione del bando in Gazzetta Ufficiale.

Una volta inviata la domanda protocollata va stampata e presentata il giorno dello svolgimento della prima prova scritta.

All’atto della compilazione della domanda dovrà essere indicato, tra le altre cose, il possesso del certificato di lingua inglese B.

Concorso INPS 2017-2018: tre prove d’esame.

Le prove di selezione previste per il concorso INPS sono tre

  • una prova scritta oggettivo-attitudinale: consiste in una serie di quesiti a risposta multipla di carattere attitudinale, logica, competenze linguistiche ed informatiche, cultura generale, superano tale prova i candidati che ottengono un punteggio superiore a 21/30;
  • una prova scritta tecnico-professionale, consistente in una serie di quesiti a risposta multipla sulle materie indicate dal bando cioè bilancio, pianificazione, programmazione e controllo; contabilità pubblica, organizzazione e gestione aziendale; diritto amministrativo e costituzionale; diritto civile; diritto del lavoro e legislazione sociale; diritto penale; elementi di analisi economica; elementi di statistica e matematica attuariale; scienza delle finanze e economia del lavoro;
  • una prova orale, che verte sulle stesse materie della prova scritta.

Saranno ammessi a partecipare alla prova orale i candidati che ottengono un punteggio di almeno 21/30 nelle singole prove scritte.

Superano la prova orale coloro i quali riportano un punteggio di almeno 21/30.

Concorso INPS: cosa studiare.

Per la prima prova scritta di tipo oggettivo-attitudinale i candidati saranno chiamati a svolgere test a risposta multipla di tipo

  • attitudinale;
  • logica;
  • competenze linguistiche;
  • cultura generale.

Invece quali sono le materie da studiare per la prova scritta tecnico-professionale e per la prova orale indicate dal bando?

Le materie oggetto di tali prove saranno

  • bilancio, pianificazione, programmazione e controllo;
  • contabilità pubblica, organizzazione e gestione aziendale;
  • diritto amministrativo e costituzionale;
  • diritto civile;
  • diritto del lavoro e legislazione sociale;
  • diritto penale;
  • elementi di analisi economica;
  • elementi di statistica e matematica attuariale;
  • scienza delle finanze e economia del lavoro.

Punteggi e titoli per il concorso INPS.

Ai fini del concorso INPS, oltre ai punteggi ottenuti dallo svolgimento delle prove, saranno valutati anche i titoli posseduti.

Saranno attributi

  • 4 punti per laurea magistrale/specialistica/vecchio ordinamento con votazione finale da 101 a 105;
  • 8 punti per laurea magistrale/specialistica/vecchio ordinamento con votazione finale da 106 a 110;
  • 12 punti per laurea magistrale/specialistica/vecchio ordinamento con votazione finale pari a 110 e lode.

Il punteggio massimo attribuibile sarà di 12 punti.

A tale punteggio andranno sommati

  • 4 punti per uno o più master di II livello inerenti alle materie del presente bando di concorso;
  • 8 punti per uno o più dottorati di ricerca (DR) inerenti alle materie del presente bando di concorso.

Il punteggio massimo attribuibile ai suddetti titoli sarà di 8 punti.

Inoltre saranno attribuiti ulteriori

  • 4 punti per ulteriore/i laurea/e magistrale/specialistica/vecchio ordinamento (o ulteriori lauree magistrali/specialistiche/vecchio ordinamento), a prescindere dal punteggio riportato;
  • 1 punto per ECDL;
  • 5 punti per livello C1 inglese o livello superiore;

per un punteggio massimo di 10 punti.

Punteggio massimo da titoli. Il punteggio massimo attribuibile per la valutazione dei titoli è pari a 30 punti.

Concorso INPS 2017-2018 esito finale.

Alla fine di tutte le prove sarà redatta una graduatoria di merito basata sulla somma dei punteggi ottenuti alle prove e dalla valutazione dei titoli. La graduatoria resterà efficace per tre anni e a parità di punteggio la preferenza sarà per minore età.

I vincitori stipuleranno un contratto di lavoro a tempo pieno e indeterminato e dovranno restare nella sede di destinazione per 5 anni, salva la possibilità di trasferimenti d’ufficio.

Nei primi quattro mesi di lavoro il vincitore neo assunto dovrà espletare un periodo di prova, ed essere assegnato a più tutor in relazione al lavoro da svolgere. Alla fine del periodo di prova sarà dato esito positivo o negativo dal Nucleo di valutazione, composto da personale interno nominato dal Presidente dell’Istituto.

Il Nucleo di Valutazione ricevuti i report dei neo assunti potrà convocarli a colloquio ai fini della valutazione finale.

Fonte: Concorso INPS 2018: requisiti, bando, materie, domanda, scadenza

Related posts

Leave a Comment