Come rigenerare il toner della stampante laser

Una volta esaurito, il toner per stampante deve, ovviamente, essere sostituito. i prezzi di mercato per i toner originali, prodotti dalle stesse aziende proprietari della stampanti, hanno un costo particolarmente alto e che grava in maniera significativa sui bilanci del consumatore medio. Per abbattere i costi, assicurandosi ad ogni modo il funzionamento ottimale del dispositivo laser, la soluzione più performante e conveniente è rappresentata dalla rigenerazione fai da te. La procedura è meno complicata di ciò che appare, sebbene occorra prestare particolare attenzione in ogni passaggio per evitare di danneggiare il serbatoio del toner.

La procedura standard

A seconda della marca e del modello, ogni toner presenta peculiarità proprie e può richiedere procedure in parte differenti. Prima di attivare qualunque attività, dunque, è opportuno navigare tra i forum di settore in cerca di informazioni specifiche sul proprio dispositivo e sul relativo toner.

Di base, la procedura applicabile alla maggior parte delle versioni inizia con l’individuazione e la rimozione del tappo del serbatoio, da eseguire con strumenti appositi e prestando attenzione a non spezzarlo. Il tappo, solitamente, è collocato in posizione laterale e, in alcuni casi, è coperto da una placca in plastica saldata con delle viti; in tal caso, occorre munirsi di cacciavite, rimuovere la placca e individuare il tappo.

A questo punto, prima di procedere con la ricarica, bisogna svuotare il serbatoio. Si consiglia di effettuare la procedura su un foglio di carta e non nel lavandino di casa, per evitare di danneggiare le tubature. Non inserite acqua né alcun prodotto all’interno del serbatoio, basta svuotarlo!

La fase successiva è quella della ricarica, in cui il serbatoio viene nuovamente rifornito dell’inchiostro necessario al funzionamento. Ora non resta che apporre nuovamente il tappo e, ove presente, la placca.

Alcuni modelli di toner utilizzano un tubo in sostituzione del serbatoio. Il procedimento resta ugualmente valido, sia per la fase di svuotamento e sia per quella di ricarica.

La procedura per toner senza tappo

Diversi modelli di toner non presentano alcun tappo. In tal caso, occorre applicare da sé un forellino da cui svuotare e riempire nuovamente il serbatoio. Prima, però, è il caso di ricercare notizie più precise riguardanti il modello specifico di toner, onde evitare di forare il dispositivo in punti sbagliati, per evitare di comprometterne il funzionamento o di disperdere inchiostro all’interno della stampante laser. In ogni caso, la procedura resta non particolarmente complicata e alla portata di chiunque, a parte di raccogliere le giuste informazioni e di metterle in pratica correttamente.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi